• Nome: Valeria Maggiora
Blog: My Dear Melissa
Primo post: Luglio 2012
Valeria è una giovane erborista di Torino appassionata di fotografia (e non solo), sul suo blog pubblica deliziosi pezzetti del suo lavoro e del suo negozio. Noi ci siamo incuriositi e siamo andati a farci i fatti suoi.
Come è nata l’idea dell’Erboristeria Melissa?
La mia amica Marina un giorno mi ha detto “vorrei comprare come vivi tu”. Io qualche anno dopo ho fatto un negozio che sembra una casa. Volevo un lavoro pieno di gente che arriva, di barattoli da riempire, di “oggi ci inventiamo un tè?”, di signore che mi raccontano quando erano giovani, di giovani che mi raccontano che hanno comprato un sacco di libri antichi, di cardamomo che si può mettere nel caffè, di camomilla “appena arrivata senta che profumo”. 
Secondo la tua esperienza, quali sono le maggiori difficoltà che deve affrontare una giovane imprenditrice nel nostro paese? 
I soldi non bastano mai. 
Di cosa non puoi assolutamente fare a meno durante la tua giornata lavorativa?
Il bollitore che mi dice che l’acqua è calda, le persone che mi vengono a trovare e si siedono sul divano, una gelatina di frutta che cade mentre faccio i pacchetti e qualcuno dovrà pur mangiarla (eccomi), la macchina fotografica se arriva Enrica con i fiori o Giulia con la torta.
[[MORE]]
Secondo te in quale misura l’uso del web e dei sociali network ha contribuito al successo della tua erboristeria?
Tantissimo, siamo in una via nascosta, non ho neanche l’insegna, ma ho tantissimo altro e questo “altro” lo racconto e alla gente piace. Da poco ho iniziato a vendere anche online, preparo pacchetti scrigno ripieni di infusi spezie e caramelle per chi è lontano.
Tre consigli per chi non ha mai visto Torino.
I caffè antichi coi tramezzini beneducati e la pasticceria minuta. Mercato del Balon il sabato mattina e pranzo alla trattoria Valenza che sa di casa di nonna. Sbirciate dai portoni semichiusi.
Come sei finita su Tumblr? 
Estetica, questa ammaliatrice!
Blog preferiti?
Eroi Spaziali. Più commovente di qualsiasi tumblr pieno di gattini bambini e altre cose che finiscono con ini. 
Grazie Valeria!
Foto: Valeria Maggiora

      Nome: Valeria Maggiora

      Blog: My Dear Melissa

      Primo post: Luglio 2012

      Valeria è una giovane erborista di Torino appassionata di fotografia (e non solo), sul suo blog pubblica deliziosi pezzetti del suo lavoro e del suo negozio. Noi ci siamo incuriositi e siamo andati a farci i fatti suoi.

      Come è nata l’idea dell’Erboristeria Melissa?

      La mia amica Marina un giorno mi ha detto “vorrei comprare come vivi tu”. Io qualche anno dopo ho fatto un negozio che sembra una casa. Volevo un lavoro pieno di gente che arriva, di barattoli da riempire, di “oggi ci inventiamo un tè?”, di signore che mi raccontano quando erano giovani, di giovani che mi raccontano che hanno comprato un sacco di libri antichi, di cardamomo che si può mettere nel caffè, di camomilla “appena arrivata senta che profumo”. 

      Secondo la tua esperienza, quali sono le maggiori difficoltà che deve affrontare una giovane imprenditrice nel nostro paese? 

      I soldi non bastano mai. 

      Di cosa non puoi assolutamente fare a meno durante la tua giornata lavorativa?

      Il bollitore che mi dice che l’acqua è calda, le persone che mi vengono a trovare e si siedono sul divano, una gelatina di frutta che cade mentre faccio i pacchetti e qualcuno dovrà pur mangiarla (eccomi), la macchina fotografica se arriva Enrica con i fiori o Giulia con la torta.

      Secondo te in quale misura l’uso del web e dei sociali network ha contribuito al successo della tua erboristeria?

      Tantissimo, siamo in una via nascosta, non ho neanche l’insegna, ma ho tantissimo altro e questo “altro” lo racconto e alla gente piace. Da poco ho iniziato a vendere anche online, preparo pacchetti scrigno ripieni di infusi spezie e caramelle per chi è lontano.

      Tre consigli per chi non ha mai visto Torino.

      I caffè antichi coi tramezzini beneducati e la pasticceria minuta. Mercato del Balon il sabato mattina e pranzo alla trattoria Valenza che sa di casa di nonna. Sbirciate dai portoni semichiusi.

      Come sei finita su Tumblr?

      Estetica, questa ammaliatrice!

      Blog preferiti?

      Eroi SpazialiPiù commovente di qualsiasi tumblr pieno di gattini bambini e altre cose che finiscono con ini. 

      Grazie Valeria!

      Foto: Valeria Maggiora