• Nome: Eleonora Antonioni
Blog: My thoughts in black and white, Biciclette|Bicycles!
Primo post: Settembre 2010
Eleonora (qui sopra in autoritratto) è un’illustratrice romana veterana di Tumblr, dove porta avanti diversi progetti e collaborazioni interessanti. Dopo anni di corteggiamento ci siamo finalmente decisi ad andarle a fare qualche domanda.
Come è nato il progetto biciclette?
A maggio 2012 ho deciso di comprare una bicicletta per poter girare per Roma, la mia città. L’iniziativa mi è venuta spontanea per vari motivi: risparmiare sulla benzina, evitare il più possibile i mezzi pubblici di Roma e, devo dire, mi sono sentita molto incoraggiata nel vedere che a girare per Roma in bici c’era tanta gente. Non credo che due anni prima avrei mai preso questa decisione, c’erano troppe poche biciclette in giro e gli automobilisti non le prendevano in considerazione.
Così, parallelamente alla ricerca della mia bicicletta, ho portato avanti due progettini sull’argomento: la realizzazione di una breve serie di quattro albetti a fumetti autoprodotti che raccontano la “ricerca” della bici su misura per me (non ne capisco nulla), e una serie di ritratti di ciclisti: quelli che trovate su Biciclette|Bicycles. 
I soggetti sono amici, persone avvistate per strada delle quali ho preso nota mentalmente e che poi ho ridisegnato a casa o che ho fotografato di corsa, personaggi notati in video musicali film ecc. Tutti rigorosamente ritratti di profilo. 
Molta ispirazione è arrivata dal Tumblr americano Rides a Bike, che fa ricerca su foto di celebrità di tutte le epoche in sella a biciclette, lo trovo molto divertente! Però a me interessa più il cittadino piuttosto che la celebrità (anche se ogni tanto mi diverto a disegnarne qualcuna).
Ultimamente hanno preso piede molte graphic novel biografiche. Se dovessi scriverne una, di chi ti piacerebbe disegnare?
Palma Bucarelli. Non mi sono dovuta sforzare molto per rispondere perché ci penso e ci lavoro da tanto tempo, lo considero IL progetto, quello grande, quello importante (l’ho anche ritratta in una delle mie prime biciclette). Solo nel 2010 è stata pubblicata una sua biografia ufficiale e da allora le ricerche sui vari aspetti della sua vita sono state lente. Ci tengo, vorrei arrivare ad essere preparatissima sul personaggio e sulla sua biografia.
Ci sono anche altre figure femminili italiane che amo molto e che vorrei raccontare a fumetti, ma al momento non mi sbilancio. Potrebbero essere incluse nello stesso progetto di Palma o sviluppate in biografie a parte.
[[MORE]]
Pregi e difetti dell’editoria del fumetto italiana.
Parto dai difetti? Poco coraggio.
L’Italia non è un paese in cui la gente compra fumetti. A malapena si comprano i libri, figuriamoci. Quindi da un lato capisco il non voler o poter “osare”.
Purtroppo, però, credo che oggi sia diventato un dato di fatto: alcuni progetti, soprattutto se non super commerciali, è meglio autoprodurseli che cercare un editore a tutti i costi.
Per quanto riguarda i pregi, invece, in generale, devo dire che c’è un’ottima selezione di graphic novel straniere. Se qualche editore (faccio un appello) volesse portare in Italia anche le graphic novel di Ignacio Minaverry e di Nine Antico potrebbe diventare una selezione quasi perfetta (almeno per i miei gusti)!
Cosa stai leggendo in questi giorni di solleone romano?
Ho appena finito Il ladro di gomme di Douglas Coupland (ISBN edizioni) e Fermo di Sualzo (Bao Publishing). Sto iniziando ora, sotto consiglio di Tuono Pettinato (scarichiamo le responsabilità) Il ciclismo nel delitto di Cesare Lombroso, poi credo che mi dedicherò a qualche ri-lettura: Addio a Roma di Sandra Petrignani e Cose viste di Irene Brin che rileggo regolarmente!
3 consigli per chi visita Roma per la prima volta.
Andare a visitare la Centrale Montemartini;
Evitare i mezzi pubblici e noleggiare una bicicletta per girare la città (il bike-sharing è KO da anni, ma ci sono noleggi privati);
Diffidare dai centurioni.
Come sei finita su Tumblr?
A settembre 2010 cercavo una piattaforma che ospitasse le pagine del mio diario, un progetto molto estemporaneo che doveva essere consumato facilmente. Avevo bisogno quindi di un tipo di blog “veloce” e che, eventualmente, rendesse facile anche la condivisione del contenuto postato. Tumblr mi sembrava rispondere a tutte queste esigenze, già seguivo fumettisti molto bravi che postavano quotidianamente, come Laura Scarpa, quindi ho deciso di tentare ed entrare anche io “nel club”.
Blog preferiti su Tumblr?
Sicuramente i blog con i quali ho collaborato o collaboro: STREAM, per il quale disegno brevi storie a fumetti o illustrazioni nella sezione BUBBLE e ATLAS con il quale ho collaborato realizzando un piccolo enigma a tema ciclistico.
Mi piacciono tantissimo i Tumblr Assez Vu, L’Arte spiegata ai truzzi  e YoIreneArchive, blog di un’amica illustratrice e stampatrice dove posta foto o scansioni delle belle stramberie che ha a casa.
Sono molto legata al recentissimo Tumblr di Sergio Varbella Il 40enne Immaginario (intervista qui, ndr). Ho assistito alla nascita del progetto, l’ho sostenuto e ci credo tantissimo, non posso proprio non consigliarlo.
Un altro progetto approdato solo in tempi recenti su Tumblr che voglio assolutamente citare è quello di Self-Comics. Il blog raccoglie tutte le storie appartenenti all’etichetta di autoproduzioni nata 10 anni fa. Tutte le storie sono scaricabili in pdf e stampabili a casa, così come nello spirito del progetto originario.
Ah, per ultime le bici! Oltre al già citato Rides a bike, consiglio di dare un’occhiata ai tumblr del Bike-Sharing di Napoli  e Poserbike.
Ma ce ne sono troppi, potrei andare avanti all’infinito! Specialmente nel campo dell’illustrazione ci sono davvero molti, troppi autori bravissimi su Tumblr.
Grazie Eleonora :)
Illustrazione: Eleonora Antonioni

      Nome: Eleonora Antonioni

      Blog: My thoughts in black and whiteBiciclette|Bicycles!

      Primo post: Settembre 2010

      Eleonora (qui sopra in autoritratto) è un’illustratrice romana veterana di Tumblr, dove porta avanti diversi progetti e collaborazioni interessanti. Dopo anni di corteggiamento ci siamo finalmente decisi ad andarle a fare qualche domanda.

      Come è nato il progetto biciclette?

      A maggio 2012 ho deciso di comprare una bicicletta per poter girare per Roma, la mia città. L’iniziativa mi è venuta spontanea per vari motivi: risparmiare sulla benzina, evitare il più possibile i mezzi pubblici di Roma e, devo dire, mi sono sentita molto incoraggiata nel vedere che a girare per Roma in bici c’era tanta gente. Non credo che due anni prima avrei mai preso questa decisione, c’erano troppe poche biciclette in giro e gli automobilisti non le prendevano in considerazione.

      Così, parallelamente alla ricerca della mia bicicletta, ho portato avanti due progettini sull’argomento: la realizzazione di una breve serie di quattro albetti a fumetti autoprodotti che raccontano la “ricerca” della bici su misura per me (non ne capisco nulla), e una serie di ritratti di ciclisti: quelli che trovate su Biciclette|Bicycles.

      I soggetti sono amici, persone avvistate per strada delle quali ho preso nota mentalmente e che poi ho ridisegnato a casa o che ho fotografato di corsa, personaggi notati in video musicali film ecc. Tutti rigorosamente ritratti di profilo. 

      Molta ispirazione è arrivata dal Tumblr americano Rides a Bike, che fa ricerca su foto di celebrità di tutte le epoche in sella a biciclette, lo trovo molto divertente! Però a me interessa più il cittadino piuttosto che la celebrità (anche se ogni tanto mi diverto a disegnarne qualcuna).

      Ultimamente hanno preso piede molte graphic novel biografiche. Se dovessi scriverne una, di chi ti piacerebbe disegnare?

      Palma Bucarelli. Non mi sono dovuta sforzare molto per rispondere perché ci penso e ci lavoro da tanto tempo, lo considero IL progetto, quello grande, quello importante (l’ho anche ritratta in una delle mie prime biciclette). Solo nel 2010 è stata pubblicata una sua biografia ufficiale e da allora le ricerche sui vari aspetti della sua vita sono state lente. Ci tengo, vorrei arrivare ad essere preparatissima sul personaggio e sulla sua biografia.

      Ci sono anche altre figure femminili italiane che amo molto e che vorrei raccontare a fumetti, ma al momento non mi sbilancio. Potrebbero essere incluse nello stesso progetto di Palma o sviluppate in biografie a parte.

      Pregi e difetti dell’editoria del fumetto italiana.

      Parto dai difetti? Poco coraggio.

      L’Italia non è un paese in cui la gente compra fumetti. A malapena si comprano i libri, figuriamoci. Quindi da un lato capisco il non voler o poter “osare”.

      Purtroppo, però, credo che oggi sia diventato un dato di fatto: alcuni progetti, soprattutto se non super commerciali, è meglio autoprodurseli che cercare un editore a tutti i costi.

      Per quanto riguarda i pregi, invece, in generale, devo dire che c’è un’ottima selezione di graphic novel straniere. Se qualche editore (faccio un appello) volesse portare in Italia anche le graphic novel di Ignacio Minaverry e di Nine Antico potrebbe diventare una selezione quasi perfetta (almeno per i miei gusti)!

      Cosa stai leggendo in questi giorni di solleone romano?

      Ho appena finito Il ladro di gomme di Douglas Coupland (ISBN edizioni) e Fermo di Sualzo (Bao Publishing). Sto iniziando ora, sotto consiglio di Tuono Pettinato (scarichiamo le responsabilità) Il ciclismo nel delitto di Cesare Lombroso, poi credo che mi dedicherò a qualche ri-lettura: Addio a Roma di Sandra Petrignani e Cose viste di Irene Brin che rileggo regolarmente!

      3 consigli per chi visita Roma per la prima volta.

      1. Andare a visitare la Centrale Montemartini;
      2. Evitare i mezzi pubblici e noleggiare una bicicletta per girare la città (il bike-sharing è KO da anni, ma ci sono noleggi privati);
      3. Diffidare dai centurioni.

      Come sei finita su Tumblr?

      A settembre 2010 cercavo una piattaforma che ospitasse le pagine del mio diario, un progetto molto estemporaneo che doveva essere consumato facilmente. Avevo bisogno quindi di un tipo di blog “veloce” e che, eventualmente, rendesse facile anche la condivisione del contenuto postato. Tumblr mi sembrava rispondere a tutte queste esigenze, già seguivo fumettisti molto bravi che postavano quotidianamente, come Laura Scarpa, quindi ho deciso di tentare ed entrare anche io “nel club”.

      Blog preferiti su Tumblr?

      Sicuramente i blog con i quali ho collaborato o collaboro: STREAM, per il quale disegno brevi storie a fumetti o illustrazioni nella sezione BUBBLE e ATLAS con il quale ho collaborato realizzando un piccolo enigma a tema ciclistico.

      Mi piacciono tantissimo i Tumblr Assez Vu, L’Arte spiegata ai truzzi  e YoIreneArchive, blog di un’amica illustratrice e stampatrice dove posta foto o scansioni delle belle stramberie che ha a casa.

      Sono molto legata al recentissimo Tumblr di Sergio Varbella Il 40enne Immaginario (intervista qui, ndr). Ho assistito alla nascita del progetto, l’ho sostenuto e ci credo tantissimo, non posso proprio non consigliarlo.

      Un altro progetto approdato solo in tempi recenti su Tumblr che voglio assolutamente citare è quello di Self-Comics. Il blog raccoglie tutte le storie appartenenti all’etichetta di autoproduzioni nata 10 anni fa. Tutte le storie sono scaricabili in pdf e stampabili a casa, così come nello spirito del progetto originario.

      Ah, per ultime le bici! Oltre al già citato Rides a bike, consiglio di dare un’occhiata ai tumblr del Bike-Sharing di Napoli  e Poserbike.

      Ma ce ne sono troppi, potrei andare avanti all’infinito! Specialmente nel campo dell’illustrazione ci sono davvero molti, troppi autori bravissimi su Tumblr.

      Grazie Eleonora :)

      Illustrazione: Eleonora Antonioni